Incentivi statali per l'installazione degli impianti fotovoltaici: a chi rivolgersi?

Pubblicato il da Lavia

Breve descrizione "conto energia" e guida per la richiesta di finanziamento fotovoltaico.

Che cosa sono gli incentivi statali per il fotovoltaico

Gli incentivi statali per il fotovoltaico, conosciuti come “conto energia”, stabiliscono un incentivo ventennale per privati, imprese ed enti pubblici che installano impianti solari connessi alla rete elettrica.

Il conto energia discende dalla direttiva 2001/77/CE per fonti energetiche rinnovabili. Questo sistema d’incentivazione, in vigore dal 2005, è ora regolato dal D.M. del 05 maggio 2011, denominato quarto conto energia.

Come funziona il quarto conto energia

Il quarto conto energia tende a favorire la realizzazione di piccoli impianti per ottenere energia distribuita. L'incentivo è proporzionale all'energia elettrica prodotta.

Gli impianti fotovoltaici che usufruiscono degli incentivi, sono quelli di potenza superiore a 1 kW ed entrati in esercizio dopo il 31/05/2011 fino al 31/12/2016. Inoltre le installazioni di pannelli fotovoltaici per interventi di nuova costruzione, rifacimento totale o potenziamento, saranno finanziate secondo tabelle collegate a specifiche categorie.

La classificiazione delle categorie per impianti “su edifici” o “altri impianti” (Titolo II) prevede la suddivisione per:
 

  • “piccoli” impianti;
     
  • “grandi” impianti (che entrano in esercizio entro il 31 agosto 2011).

La classificazione per installazioni che sono iscritte al registro, in posizione tale da rientrare nei limiti di costo previsti dal DM 5/5/2011, prevede la suddivisione per:
 

  • Impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative (Titolo III);
     
  • impianti fotovoltaici a concentrazione (Titolo IV).

Dal primo semestre 2013 le tariffe assumono valore onnicomprensivo sull’energia immessa nel sistema elettrico.

Sulla quota di energia auto consumata è attribuita una tariffa specifica come verrà indicato nelle Regole Tecniche.

La detrazione IRPEF al 55% è alternativa al finanziamento fotovoltaico del conto energia. Di solito si preferisce l'incentivo dato dal conto energia che risulta molto più remunerativo.

A chi rivolgersi per gli incentivi

Fin dal settembre 2005 la domanda veniva presentata al Gestore del sistema elettrico (GRTN).

Nel frattempo GRTN è diventato Gestore dei Servizi Elettrici (GSE) per il passaggio a Terna Spa di una parte di un ramo d'azienda. Possono richiedere gli incentivi i Soggetti Responsabili degli impianti o i Referenti Tecnici delegati.

La richiesta degli incentivi deve essere fatta utilizzando il portale applicativo del GSE, raggiungibile attraverso il collegamento ipertestuale Applicazioni.gse.it.

Nel sito ci sono dei modelli in formato PDF da compilare obbligatoriamente, per la richiesta di incentivazione. I modelli saranno caricati sull’applicazione web unitamente alla restante documentazione prevista:
 

  • Richiesta di concessione tariffa incentivante;
     
  • scheda tecnica finale d’impianto;
     
  • dichiarazione sostitutiva atto di notorietà.

Nel sito è disponibile anche la Guida all’utilizzo dell'applicazione web per il Quarto Conto Energia.

L'invio delle richieste d’incentivazione deve avvenire esclusivamente per via telematica.

Sole Conto Energia

Commenta il post

Monica C. 01/14/2012 01:59

Sosteniamo tutti le energie rinnovabili....