Miglioramento continuo nel settore sanitario: IVI un caso d’eccellenza

Pubblicato il da Lavia

logo-ivi.jpg

IVI è un grande centro europeo che si occupa di tecniche di procreazione assistita per risolvere problemi legati all’infertilità.

Effettuano inseminazione artificiale e fertilizzazione in vitro che è l'unione dell'ovulo con lo spermatozoo effettuata in laboratorio -in vitro- allo scopo di ottenere embrioni già fecondati da trasferire nell'utero materno.

Questa azienda da particolare rilievo al sistema di gestione della qualità UNI EN ISO 9001, a cui sono omologati dall'aprile 2007 ed ai processi di miglioramento continuo.

Per molte aziende che implementano sistemi qualità, uno degli obiettivi della politica della qualità che viene spesso affrontato, è il miglioramento continuo dei processi aziendali per fornire prodotti e servizi corrispondenti alle esigenze del cliente, contenendo tempi e costi in ambito competitivo.

Migliorare i processi aziendali significa che tutte le variabili in ingresso devono essere ottimizzate per ridurre sprechi e difetti, migliorare gli automatismi per ridurre i tempi di lavorazione ed aumentare la precisione, la flessibilità, l’assistenza e tempi.

Una delle tecniche usate per il miglioramento continuo è conosciuta con il nome kaizen; si tratta di una parola composta dal termine kai, che significa cambiamento e dalla parola zen che significa migliore .

Adottare una strategia Kaizen significa avere come obiettivo un rinnovamento a piccoli passi, che comporti un cambiamento che avviene giorno dopo giorno e con continuità, in contrapposizione alle strategie del mondo occidentale che in genere approcciano i cambiamenti aziendali con concetti quali innovazione, rivoluzione che comportano anche stati di conflittualità.

 

Commenta il post