1.1.4 NORMATIVA DI RIFERIMENTO PER I SISTEMI DI GESTIONE DELLA QUALITA’ E DELLE VERIFICHE ISPETTIVE

Pubblicato il da Lavia

carry.jpg

NORMATIVA DI RIFERIMENTO PER SISTEMI QUALITA' (UD 1.1.4)

La famiglia di norme ISO 9000 è stata elaborata per aiutare le organizzazioni, di qualunque tipo e dimensione, ad attuare ed applicare sistemi di gestione per la qualità, al fine di condurre i processi aziendali, migliorare l'efficacia e l'efficienza nella realizzazione del prodotto e nell'erogazione del servizio, ottenere ed incrementare la soddisfazione del cliente.

Le principali norme utilizzate sono riportate di seguito:

- La ISO 9000 "Sistemi di gestione per la qualità - Fondamenti e vocabolario" descrive i fondamenti dei sistemi di gestione per la qualità e ne specifica la terminologia è stata emessa nel 2000 e attualmente l'ultima revisione è del 2005 (ISO 9000:2005)

 

- La ISO 9001 "Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti" specifica i requisiti dei sistemi di gestione per la qualità da utilizzarsi quando un'organizzazione debba dimostrare la propria capacità a fornire prodotti che soddisfino i requisiti dei clienti e quelli cogenti applicabili e miri a conseguire la soddisfazione dei clienti. La norma fu emessa nel 1987, successivamente fu revisionata nel 1994, nel 2000 e l'ultima revisione attualmente è del 2008 (ISO 9001:2008)

 

- La ISO 9004 "Gestire un'organizzazione per il successo durevole - L'approccio della gestione per la qualità" fornisce delle linee guida che tengono conto sia dell'efficacia sia dell'efficienza dei sistemi di gestione per la qualità. Lo scopo della norma è il miglioramento continuo delle prestazioni dell'organizzazione e la soddisfazione dei clienti e delle altre parti interessate. La norma fu emessa nel 1994, revisionata nel 2000 e successivamente nel 2009 (ISO 9004:2009) .

 

Fino al 2003 esistevano anche le norme ISO 9002 e 9003, con le quali era permessa una certificazione del sistema qualità per una parte dei processi produttivi di un'organizzazione. Ora queste norme sono state sostituite dalla ISO 9001; la loro certificazione non è più riconosciuta in ambito nazionale e internazionale, in quanto ritirate definitivamente.

Questo insieme forma un gruppo coerente di norme per i sistemi di gestione per la qualità che facilitano una comprensione reciproca nel commercio nazionale ed internazionale.

La ISO 9001:2000/2008 prevede un approccio completo di certificazione per cui non si può più escludere alcuni settori o processi aziendali dell'organizzazione se necessari a soddisfare i clienti.

L’unica norma della famiglia ISO 9000 per cui una azienda può venire certificata è la ISO 9001; le altre sono guide utili, ma facoltative, per applicare ed interpretare correttamente i principi del sistema qualità.

La ISO 9000 definisce la "terminologia" per la 9001 e la 9004. L' ultima revisione del 2005 comprende un lessico ampliato e rivisto in modo da facilitare l'applicazione della ISO 9001 ad altri ambiti quali università, società di servizi, amministrazioni, ecc. 

La ISO 9004 aiuta ad indivudare spunti per il miglioramento delle esigenze indicate nella ISO 9001

Le norme ISO 9000 sono universali e si applicano a qualunque settore di attività e dimensione che siano aziende o qualsiasi altra forma di organizzazione.

 

Queste norme definiscono principi generici che l’azienda deve seguire ma non il modo in cui deve produrre determinati prodotti da ciò se ne deduce che queste norme si applicano all'azienda non ai prodotti o servizi forniti.

Viene pertnto garantito il controllo del processo produttivo e la sua efficacia, ma non la sua efficienza.

Le ISO 9000 sono spesso usate come riferimento per la qualificazione e selezione dei fornitori e nei contratti tra fornitori e clienti.

In caso di grandi e complesse forniture si fa spesso riferimento alla ISO 10005

La norma definisce le linee guida per redarre il  piano di qualità, strumento principe che ogni valido fornitore dovrebbe adottare per dimostrare come intende garantire le clausole contrattuali nei confronti del cliente.

Il piano di qualità in pratica è un sottoinsieme dell'intero sistema qualità di una azienda che, pur senza la certificazione ISO 9001, intende dare garanzia nei confronti del cliente di quali siano le regole di comportamento del proprio sistema.

Pretendere il piano di qualità in riferimento al contratto è il primo passo logico necessario per l'azienda cliente, per capire come il fornitore gestisce il contratto. In Italia e in Europa, si sta diffondendo notevolmente questo modo di procedere. Per alcuni settori, ed in relazione ai concorsi pubblici (appalti e bandi), la ISO 9001 è obbligatoria.

La norma per eccellenza da utilizzare come riferimento per le attività di verifica ispettiva è la ISO 19011 che descrive le linee guida per gli audit di sistemi di gestione ambientali, della qualità, della sicurezza delle informazioni.

È una norma che unifica le regole da seguire nelle verifiche ispettive, o audit, sui sistemi di gestione ed è stata approntata a livello internazionale dall'ISO (International Organization for Standardization) nel 2002, e tradotta poi in italiano nel 2003 ("UNI EN ISO 19011:2003 - Linee guida per gli audit dei sistemi di gestione per la qualità e/o di gestione ambientale").

La nuova revisione del 2011 (pubblicata in Italia come "UNI EN ISO 19011:2012 - Linee guida per audit di sistemi di gestione") ha allargato il suo respiro con specifiche indicazioni per i sistemi di gestione della sicurezza, dei trasporti, ambientale, della qualità, delle registrazioni, della resilienza, sicurezza, preparazione e continuità delle organizzazioni, della sicurezza delle informazioni, della salute e sicurezza sul lavoro

____________________________________________________________________________

 

Questo articolo è parte dell'unità didattica 1.1


1.1    GLI AUDIT (O VERIFICHE ISPETTIVE) ED I SISTEMI DI GESTIONE DELLA QUALITA’

 

 

contenuta nel corso di formazione a distanza (FAD)


☼   AUDIT E VERIFICHE ISPETTIVE. Formazione a distanza (FAD)

 


Commenta il post

Laura 05/22/2012 15:48

Il mio cervello non reagisce, si sente sperduto... povero cucciolo ;-)

Lavia 05/22/2012 17:36



Hahahaha ma daiii ..allora la prossima volta provo a mettere almeno una bella foto ..  sul post di Audit ..



WriterGioia 11/19/2011 15:05

é sempre stato ostrogotto per me... :P so a chi rivolgermi adesso ahahaha
Il tuo articolo è stato pubblicato anche qui: http://paper.li/Briccioledinfo/1320583376

Lavia 11/21/2011 23:29



:-))



Stefania 11/18/2011 17:37

Bell'articolo. Molto completo!

Monica C. 11/18/2011 00:22


Che bella invenzione quella dell'anima del rotolo di carta igienica che si butta nel water che ho visto su questo blog. Non ne avevo mai sentito parlare. Grazie della segnalazione


Monica C. 11/17/2011 01:12


Complimenti: è sempre un tema di grande interesse