1.2.2 VERTICI DELLA DIREZIONE E POLITICA PER LA QUALITA’

Pubblicato il da Lavia

Leadership-And-Management.jpg

 

L’ALTA DIREZIONE E LA POLITICA PER LA QUALITA’ (UD 1.2.2) 

In una organizzazione che operi secondo un SGQ l'Alta Direzione, ovvero il vertice dell’organizzazione stessa, deve fornire evidenza del suo impegno nello sviluppo e nella messa in atto del sistema di gestione per la qualità e nel miglioramento continuo dello stesso attuando la seguente condotta:

a) comunicando all'organizzazione l'importanza di ottemperare ai requisiti del cliente ed a quelli cogenti applicabili;

b) stabilendo la politica per la qualità;

c) assicurando che siano definiti gli obiettivi per la qualità;

d) effettuando i riesami da parte della direzione;

e) assicurando la disponibilità di risorse.

 

I principi di gestione per la qualità possono essere utilizzati dall'alta direzione come fondamento del proprio ruolo, che consiste in:

a) stabilire e mantenere aggiornati la politica e gli obiettivi per la qualità dell'organizzazione;

b) promuovere la politica e gli obiettivi per la qualità nell'ambito di tutta l'organizzazione per accrescere la consapevolezza, la motivazione ed il coinvolgimento;

c) fare in modo che l'attenzione di tutti i livelli dell'organizzazione sia focalizzata sui requisiti del cliente;

d) assicurare che siano messi in atto processi appropriati per ottemperare ai requisiti dei clienti e delle altre parti interessate e per conseguire gli obiettivi per la qualità;

e) assicurare che venga predisposto, messo in atto e mantenuto aggiornato un efficace ed efficiente sistema di gestione per la qualità, per poter raggiungere questi obiettivi per la qualità;

f) assicurare la disponibilità delle risorse necessarie;

g) riesaminare periodicamente il sistema di gestione per la qualità;

h) prendere decisioni relative alla politica ed agli obiettivi per la qualità;

i) decidere sulle azioni per il miglioramento del sistema di gestione per la qualità.

 

Per attuare efficacemente un SGQ occorre inoltre che l'alta direzione si adoperi all’interno della propria organizzazione per:

  • definire e rendere note le responsabilità e le autorità nell'ambito dell'organizzazione
  • assegnare il ruolo di RAPPRESENTANTE DELLA DIREZIONE ad un componente della propria struttura direzionale, indipendentemente da altre sue responsabilità, affinché abbia la responsabilità e l’autorità per avviare le azioni necessarie per la buona riuscita dell’ iniziativa 
  • assicurare che siano attivati adeguati processi di comunicazione all'interno dell'organizzazione e che siano fornite anche comunicazioni riguardanti l'efficacia del sistema di gestione per la qualità. 

 

Politica ed obiettivi per la qualità

La politica e gli obiettivi per la qualità vengono stabiliti per fornire indirizzi per guidare l'or-ganizzazione. Entrambi individuano i risultati da raggiungere ed assistono l'organizzazione nell'utilizzazione delle sue risorse per raggiungerli.

Il conseguimento degli obiettivi per la qualità produce un impatto positivo sulla qualità del prodotto, sull'efficacia operativa e sulle prestazioni economico-finanziarie e, quindi, sulla soddisfazione e sulla fiducia di tutte le parti interessate.

La politica per la qualità fornisce un quadro di riferimento per stabilire e riesaminare gli obiettivi per la qualità.

A tal fine l'alta direzione deve assicurare che siano stabiliti gli obiettivi per la qualità, per i pertinenti livelli e funzioni dell'organizzazione, compresi quelli necessari per ottemperare ai requisiti dei prodotti. Questi obiettivi devono essere coerenti con la politica per la qualità e con l'impegno per il miglioramento continuo ed i loro risultati devono essere misurabili.

L'alta direzione deve assicurare che la politica per la qualità:

a) sia appropriata agli scopi dell'organizzazione;

b) sia comprensiva dell'impegno al soddisfacimento dei requisiti ed al miglioramento continuo dell'efficacia del sistema di gestione per la qualità;

c) preveda un quadro strutturale per definire e riesaminare gli obiettivi per la qualità;

d) sia comunicata e compresa all'interno dell'organizzazione;

e) sia riesaminata per accertarne la continua idoneità.

 


____________________________________________________________________________

 

Questo articolo è parte dell'unità didattica 1.2


1.2 PRINCIPI E CONCETTI DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA QUALITA'

 

 

contenuta nel corso di formazione a distanza (FAD)


☼   AUDIT E VERIFICHE ISPETTIVE. Formazione a distanza (FAD)


Commenta il post