Vogliounalternativa.it, la strada per il cambiamento

Pubblicato il da Lavia

 

 

 

Segnalo una gradita novità per chi è alla ricerca di spunti, metafore e consigli per stimolare una nuova fase di cambiamento o cercare un’alternativa. 

 

 

Si tratta di un’iniziativa targata Toyota e che esce dagli schemi perché vede la famosa azienda produttrice di auto proporsi come stimolatrice di pensieri e metamorfosi attraverso il sito vogliounalternativa.it.  Ognuno può collegarsi e dire la propria in fatto di casa, lavoro, mobilità, ambiente, stile di vita, amici, esprimere un parere, una sensazione, uno sfogo, un consiglio sulle questioni di vita quotidiana.

 

Ma perché questa iniziativa ? Perché avere un’alternativa significa fissare degli obiettivi, reagire, cambiare, trasformare e far andare la società di cui facciamo tutti parte, verso una direzione di miglioramento. C’è allora la necessità di convogliare energia, idee, soluzioni, i famosi pianoB per uscire da situazioni di emergenza, un brainstorming emozionale, collettivo e collettore di possibili alternative.

 

Condividere con il resto dei propri conoscenti questa iniziativa può essere utile per toglierli dall’isolamento che i problemi quotidiani generano, fornire un luogo dove potranno spiegare cosa intendono per alternativa e cambiamento.

 

Partecipare è semplicissimo, basta collegarsi al sito vogliounalternativa.it e inserire la propria idea o pure sensazioni, o stati d’animo e mutamenti in atto. Sulla bacheca si legge un po’ di tutto, chi si lamenta degli amici e chi individua nuove forme di socializzazione, chi lancia strali contro la precarietà e chi saluta con la valigia in mano per raggiungere nuovi orizzonti.  D’altronde solo su Twitter, in Italia negli ultimi tre mesi si parla di circa 47.000 messaggi legati a #idee, #cambiovita, nuove #strade, #pianoB, #alternative.

 

Per il 9 dicembre, Toyota prepara una sorpresa, legata anche a questa iniziativa e che farà diventare protagonisti molti partecipanti. Per saperne di più collegatevi con Toyota il giorno indicato tramite Facebook, Twitter o Youtube.

 

Commenta il post